Iscriviti

19 – 25 luglio

Giro delle Dolomiti 2020

44° Giro delle Dolomiti

L’anno prossimo celebreremo il 44° compleanno. Nato nel 1955, ma avendo saltato qualche anno nel vecchio millennio, il Giro delle Dolomiti è l’evento plurigiornaliero più storico che conosciamo. Quest’anno ci sfideremo in 10 tratti cronometrati, percorreremo in parte la tappa del Giro d’Italia nelle Dolomiti del Brenta, saliremo strade diverse in cima alle nostre mete, aggiungeremo infine ad un evento già di per se unico un ulteriore dose di piacere e unicità. A presto!

Regolamento Tour 2020 Prezzi Alberghi

6 giorni di divertimento unico

Per chi non riesce a fare tutta la settimana, sono disponibili anche biglietti per le singole tappe. Alloggiare sempre nello stesso albergo vuol dire riposo garantito e semplicità logistica.

Brochure 2020

  • Stage 1 | Mendelparadies

    19 Luglio - 1659 m | 90,8 km
    Fondo - San Felice

    Stage 1 | Mendelparadies
    Breve descrizione

    Salendo da Caldaro vi renderete conto che è solo la prima parte del paradiso con una vista mozzafiato sulla Val d’Adige salendo tutti insieme per arrivare in Val di Non offrendoci un’altra vista mozzafiato. A Fondo parte la lunga cronometro per il passo Palade a 1.518 metri. È una salita molto variegata con brevi passaggi in pianura e leggera salita ma piuttosto lunga. Arrivati al Passo aspettiamo tutti i partecipanti e scendiamo insieme a Lana percorrendo la vecchia statale dello Stelvio per arrivare poi a Bolzano per il pranzo.

  • Stage 2 | Seiser Alm

    20 Luglio - 1768 m | 88,8 km
    Bulla - Compaccio e Giro Sprint da Castelrotto al Passo Pinei - 1,9 km 162 m 8,5%

    Stage 2 | Seiser Alm
    Breve descrizione

    Avete mai fatto l’Alpe di Siusi dalla Val Gardena? No? Nemmeno noi, perché proibita alle macchine e tutti i mezzi motorizzati. Ma l’Alpe di Siusi ha accolto favorevolmente la nostra richiesta di salirci solo con i mezzi elettrici accompagnando i ciclisti in una delle salite probabilmente più belle che l’Alto Adige ha da offrire. Ma prima abbiamo già fatto Fiè, Siusi e quindi Castelrotto dove comincia il primo Giro Sprint di 2km.

  • Stage 3 | Dolomiti del Brenta

    21 Luglio - 2521 m | 145,4 km
    Pinzolo - Madonna di Campiglio e Giro Sprint da Tavodo a Sclemo - 2 km 124 m 6,2 %

    Stage 3 | Dolomiti del Brenta
    Breve descrizione

    Dopo il trasferimento a Mezzocorona inizia la salita al Fai della Paganella che ci porterà dopo diversi tornanti a Andalo, base della squadra norvegese di sci, e quindi al lago di Molveno che annualmente ospita la Molveno Running. Una pausa a Ponte di Rendena per un ristoro e una volta raggiunto Pinzolo (sede ogni anno dei ritiri estivi di squadre di calcio in serie A) inizia la prova cronometrata fino a Madonna di Campiglio, famosa località sciistica sulle Dolomiti del Brenta e parte della tappa del Giro d’Italia 2020. Attraverso la Val di Sole e poi la Val di Non torniamo a Mezzocorona per il pranzo.

  • Stage 4 | Sellaronda

    23 Luglio - 3.303 m | 160,3 km
    Plan de Gralba - Passo Gardena e Corvara - Passo Campolongo

    Stage 4 | Sellaronda
    Breve descrizione

    La tappa principe della settimana senza alcun dubbio e per il Giro delle Dolomiti un must. Con i suoi 160km e oltre, partendo da Bolzano, è una tappa unica e per tutti i partecipanti un traguardo di tutto rispetto. Lo scenario è spettacolare e bisogna assaporarlo con le proprie gambe metro per metro. Abbiamo organizzato diversi ristori per riuscire nell’intento di tornare a Bolzano certamente stanchi ma estremamente soddisfatti – soprattutto dopo aver fatto due tratti cronometrati.

  • Stage 5 | Rosengarten

    23 Luglio - 2173 m | 89,6 km
    San Cipriano - Carezza e Giro Sprint dal bivio con la SS241 a San Valentino - 2 km 184 m 9,2 %

    Stage 5 | Rosengarten
    Breve descrizione

    In ottobre 2018 c’è stato l’urgano Vaia che ha sradicato milioni di alberi. Forse una ragione in più per aver scelto questa tappa che veicolerà un messaggio di assoluta bellezza a ridosso del Catinaccio. Partendo da Bolzano saliamo a Tires e quindi San Cipriano dove comincia il tratto cronometrato fino a Carezza (oltre il Passo Nigra). Scendendo per Bolzano risaliamo a Gummer dove per il Giro Sprint di 2km possiamo misurarci a fare 9 tornanti particolarmente belli.

  • Stage 6 | Team Crono Unterland

    25 Luglio - 402 m | 86,5 km
    Cortina sulla Strada del Vino e Giro Sprint da Frangarto a Cornaiano - 2 km 121 m 6,1 %

    Stage 6 | Team Crono Unterland
    Breve descrizione

    Al 43° Giro delle Dolomiti erano 60 le squadre partecipanti e, considerando il tracciato ideale per un evento del genere, lo riproponiamo anche quest’anno. Esattamente come da qualche anno ormai la classifica dell’ultimo tratto cronometrato avrà un impatto neutro sulla classifica ma il quarto Giro Sprint della mattina da Bolzano a Cornaiano invece concorrerà a definire definitivamente le classifiche finali del 44° Giro delle Dolomiti.

Prezzi 2020

Prezzi 2020

Giro delle Dolomiti

19 - 25 luglio | 6 giorni

Tappa/e singola/e

Giro delle Dolomiti
Pacco gara powered by Q36.5

€ 330
€ 70
Bolzano Laives Caldaro

Alberghi

con sconti e trattamenti speciali, comunicando di essere un partecipante del Giro delle Dolomiti

REGOLAMENTO GIRO DELLE DOLOMITI 44° EDIZIONE

scarica regolamento

qui il certificato medico :   IT   EN   FR  

Assicurazioni Potenza, agenzia del Gruppo Unipol-Sai, tra i più grandi assicuratori in Europa, è sponsor del 44° Giro delle Dolomiti 2020 e la polizza infortuni e RC è dedicata ai partecipanti del Giro delle Dolomiti. più informazioni

polizza dell’assicurazione

  • ARTICOLO 1: CARATTERISTICHE GENERALI

    L’ASD Giro delle Dolomiti organizza la 44° manifestazione internazionale ciclistica per cicloamatori su bici da strada. Unica nel suo genere, offre ricordi indelebili e amicizie nuove in un ambiente rilassante e per brevi tratti competitivo, con un numero limitato di partecipanti, su strade incantevoli in un territorio Patrimonio dell’Unesco.

    Possibilità di partecipazione:

    1. Giro delle Dolomiti: 6 tappe dal 19 luglio al 25 luglio 2020 (mercoledì giorno di riposo)
    2. Tappa\e singola\e: qualsiasi tappa fino ad un massimo di cinque tappe.
  • ARTICOLO 2: PARTECIPANTI

    La partecipazione alla manifestazione è aperta a tutti i cicloamatori che abbiano compiuto 16 anni fino a 75 anni compiuti, tesserati ACSI, F.C.I.  o enti di promozione sportiva in possesso del certificato medico d’idoneità alla pratica sportiva agonistica del ciclismo di cui all’art.4 del D.M. 16/24.04.2013. in corso di validità per tutta la durata dell’evento e ai cicloamatori stranieri in possesso della licenza UCI valida per l’anno 2020, rilasciata dalla propria Federazione Ciclistica Nazionale, nonché a tutti i cicloamatori previa presentazione della dichiarazione etica e certificato medico d’idoneità alla pratica sportiva agonistica del ciclismo di cui all’art 4 del DM 164/24.4.2013 in corso di validità per tutta la durata dell’evento . Inoltre è aperta ai tesserati degli Enti che hanno sottoscritto la convenzione con la F.C.I. per l’anno 2020 e ai tesserati degli Enti che presentano la Bike Card insieme alla tessera del proprio Ente.

    I professionisti e/o gli élite sono ammessi esclusivamente a scopo promozionale e non potranno partecipare alle classifiche, né falsare l’esito della manifestazione partecipando in modo attivo alla stessa e condizionandone l’esito finale.

    Il modello compilabile del sopracitato certificato medico è disponibile per il download sul sito www.girodolomiti.com, sezione Press&docs, in lingua italiana, inglese e francese.

  • ARTICOLO 3: DICHIARAZIONE ETICA

    La partecipazione al Giro delle Dolomiti non è consentita ai soggetti che:

    1. sono stati rinvenuti positivi ai controlli antidoping accreditati dall’U.C.I., dal Comitato Olimpico Nazionale ed Internazionale e dalla WADA, siano essi programmati o a sorpresa, ovvero si sono rifiutati di sottoporsi ai controlli antidoping e/o tutela della salute, programmati o a sorpresa;
    2. sono stati trovati con valori alterati dei profili biologici monitorati nel Passaporto Biologico, secondo le normative vigenti della WADA e dell’U.C.I. senza che sia dimostrabile una reale condizione genetica e/o fisiologica in grado di motivare l’alterazione dei profili;
    3. sono stati trovati in possesso di farmaci o di sostanze biologicamente o farmacologicamente attive, proibite o soggette a restrizione d’uso secondo le vigenti leggi e disposizioni regolamentari in materia di doping, senza alcuna giustificazione plausibile, circostanziata e documentata e in ogni caso senza alcuna dettagliata prescrizione medica;
    4. hanno adottato pratiche mediche non giustificate da condizioni patologiche o terapeutiche documentate, finalizzate ovvero idonee a modificare i risultati dei controlli antidoping sull’uso di farmaci non consentiti;
    5. sono stati sanzionato dalla giustizia sportiva e/o ordinaria, per un periodo superiore a mesi 6 (sei), per motivi legati al doping;
    6. sono stati sottoposti dall’autorità giudiziaria a provvedimenti coercitivi personali ovvero ad indagini per fatti connessi alla violazione della normativa antidoping.
    7. Si trovano nelle condizioni temporali che non consentono il tesseramento come cicloamatori (di cui alla delibera n. 6 del 29.7.2013 della Consulta Nazionale del Ciclismo) ovvero:
    • Atleti professionisti: per i 4 anni successivi all’ultimo contratto;
    • Élite (senza contratto): per i 2 anni successivi all’ultimo tesseramento nella categoria;
    • Atleti U23: per i due anni successivi all’ultimo tesseramento nella categoria; Atleti U23 con un solo anno di tesseramento nella categoria: per 1 anno successivo all’ultimo tesseramento;
    • Donne Élite per i 2 anni successivi all’ultimo tesseramento nella categoria.

     

    La dichiarazione etica, al pari dell’altra documentazione da allegare in fase di iscrizione, costituisce documento indispensabile alla regolare iscrizione alla manifestazione. In mancanza della stessa si perderà automaticamente il diritto a partecipare alla manifestazione e l’eventuale versamento fatto ai fini dell’iscrizione non potrà essere rimborsato.

  • ARTICOLO 4: ISCRIZIONI

    A partire dal 21 novembre 2019 le iscrizioni potranno essere eseguite esclusivamente online tramite il sito www.girodolomiti.com. Eventuali commissioni di pagamento sono a carico del concorrente. Alla ricezione della mail di conferma di iscrizione, verrà richiesto di allegare il certificato medico e la dichiarazione etica firmata.

    A partire da sabato 18 luglio le iscrizioni potranno essere eseguite di persona in Fiera ma sempre e soltanto dietro presentazione completa della documentazione richiesta oppure sul sito ufficiale, con la carta di credito come tipologia di pagamento.

    Le iscrizioni per le tappe singole saranno ammesse entro le ore 18.00 del giorno precedente al giorno di partecipazione. Al raggiungimento di n. 600 iscritti per singola tappa (residenti nelle provincie di Trento, Bolzano e Belluno e ciclisti partecipanti da più di 10 anni sono da considerarsi extra al limite di 600) le iscrizioni verranno chiuse.

    Tutti i partecipanti devono essere in possesso di assicurazione infortuni e responsabilità civile verso terzi. I soggetti privi di una tessera presso una società ciclistica e/o sprovvisti di una propria polizza assicurativa dovranno sottoscrivere, in occasione dell’iscrizione, una polizza infortuni e responsabilità civile al costo di €5,00 fino a2 giorni, €10 fino a4 giorni e €15 fino a6 giorni. Si raccomanda di consultare le coperture assicurative su www.girodolomiti.com.

    È obbligatorio montare sulla bicicletta il chip per controlli e rilevamenti cronometrici – disponibile a noleggio in Fiera su cauzione.

    Con l’iscrizione alla manifestazione i concorrenti dichiarano di aver preso visione del presente regolamento, accettandolo incondizionatamente in ogni suo punto e di non trovarsi in alcuna delle condizioni soggettive di cui all’articolo 3 del presente regolamento. Tale dichiarazione è assimilata all’autocertificazione prevista ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.  Chiunque rilascia dichiarazioni mendaci è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia.

  • ARTICOLO 5: TIPOLOGIA TICKET E QUOTA DI PARTECIPAZIONE

    1. Giro delle Dolomiti (6 tappe) – Ticket: € 330,00 (mercoledì giorno di riposo)
    2. Tappa\e singola\e (1 o più tappe fino a un massimo di 5) – Ticket: € 70,00 per ogni tappa

    L’organizzazione del Giro delle Dolomiti risponde esclusivamente in relazione ai servizi e contenuti della manifestazione ciclistica.

    La mancata partecipazione alla manifestazione, in caso di grave e comprovato impedimento, può dare diritto ad un ticket omaggio per la partecipazione esclusivamente alla manifestazione dell’anno successivo, previa presentazione di domanda scritta entro il 15 settembre 2020, a insindacabile giudizio dell’Organizzazione.

    Saranno disponibili agevolazioni per i pernottamenti con gli alberghi indicati sul sito.

  • ARTICOLO 6: SICUREZZA

    La manifestazione è a carattere cicloturistico-sportivo e vanno rispettate le relative norme previste dal reg.to ACSI.

    Le strade sono aperte al traffico (tranne per il tratto cronometrato – salvo diverse indicazioni). Ad ogni modo deve essere sempre e comunque rispettato il codice della strada (anche nel tratto cronometrato). È obbligatorio l’uso del casco rigido omologato e allacciato per tutta la durata della tappa.

    Le indicazioni del direttore di gara, che è colui che esercita autonomia decisionale ed è responsabile del buon svolgimento della singola tappa, devono essere rigorosamente rispettate. I concorrenti che non si attengono alle disposizioni di sicurezza potranno essere immediatamente esclusi dalla manifestazione e in caso di incidenti i responsabili saranno denunciati a norma di legge.

    I concorrenti che superano la vettura di “inizio corsa” e i concorrenti superati dalla vettura di “fine corsa” sono consci di non essere più tutelati dalla copertura assicurativa dell’organizzazione.

  • ARTICOLO 7: LOGISTICA

    L’organizzazione provvederà a predisporre ristori e rifornimenti lungo i percorsi delle tappe nelle località indicate (i familiari o amici al seguito possono usufruire dei rifornimenti previo l’acquisto del braccialetto del Giro).

    Verrà garantito il servizio “zaini”: consegnati allo staff designato del Giro entro 15 minuti prima della partenza della tappa, gli zaini/sacchetti con il vestiario dei partecipanti saranno messi a disposizioni all’arrivo del tratto cronometrato e poi nuovamente all’arrivo della tappa. L’organizzazione non risponde per l’eventuale smarrimento del sacco vestiario, parte di esso o i suoi contenuti.

    I ristori e rifornimenti hanno anche la funzione di ricompattare il gruppo dei partecipanti nei tratti di percorso a velocità controllata e a conclusione dei tratti di percorso a velocità libera con rilevamento cronometrico. La durata delle soste varierà in funzione delle esigenze organizzative della manifestazione.

    Al fine di ridurre i tempi di attesa dei concorrenti al termine del tratto a velocità libera con rilevamento cronometrico o in occasione dei pranzi consumati nel corso della tappa oppure per le lunghe e ripide discese il rientro a Bolzano potrà, su indicazione del Direttore di gara, essere frazionato in più gruppi, con partenze scadenzate.

  • ARTICOLO 8: RITIRO PACCO GARA E ORARI SEGRETERIA

    Il giorno precedente alla partecipazione dalle ore 9.00 alle ore 18.00 sarà possibile ritirare presso la Fiera, Piazza Fiera 1, 39100 Bolzano, il pacco gara esibendo un documento di identità valido.

    • Il presidente o il responsabile delle società partecipanti, dovrà esibire la lista dei partecipanti e mettere a disposizione, qualora richiesto dal giudice di gara, i tesserini ufficiali come da punto a) dell’art. 10;
    • Infine verrà consegnato il pacco gara contenente il pettorale col numero assegnato da applicare in modo visibile sul manubrio, il numero dorsale, le informazioni sul percorso e per lo svolgimento della manifestazione, i buoni pasto, un talloncino per la borsa/sacco da trasporto, gadget;

    L’Organizzazione non risponde per eventuale smarrimento del sacco oppure contenuti dello stesso.

  • ARTICOLO 9: ASPETTI TECNICI

    In tutte le tappe sono previsti uno o più tratti di percorso a velocità libera con rilevamento cronometrico. A conclusione di ogni tappa saranno esposte in Fiera e su www.girodolomiti.com le classifiche assolute e di categoria (vedi art. 10).

    Il cronometraggio ed i controlli saranno effettuati con sistema elettronico di rilevamento dei tempi.

    Il Comitato Organizzatore si riserva di apportare ai percorsi le varianti opportune in caso di situazioni che possano compromettere la sicurezza dei partecipanti e la buona riuscita della manifestazione.

    Verranno previste due modalità alternative di consumazione del pranzo: il “Lunch Completo”, che prevede la consumazione di un pasto tradizionale ed il “Lunch Veloce” per una consumazione in tempi più rapidi.

     

    Tappa del 25 luglio – Team Crono

    I ciclisti potranno aggregarsi in gruppi di minimo 4 e massimo 5 componenti ciascuno, anche misti rispetto alle squadre di appartenenza ed al sesso. La tappa potrà essere percorsa anche come partecipante singolo. Il tempo di percorrenza verrà calcolato sul quarto concorrente del gruppo che transiterà sulla linea del traguardo.

    È ammesso mettersi a ruota. Non sono ammesse biciclette da cronometro o prolunghe montate sul manubrio.

    Da sabato 18 luglio fino alle ore 18:00 di venerdì 24 luglio verrà esposto in Fiera un pannello dove i concorrenti potranno, scrivendo il proprio numero di pettorale, indicare all’organizzazione la composizione della propria squadra – anche creandone una ad hoc con un nome di fantasia.

     

    Giro Sprint

    Sprint della lunghezza non superiore a 2 km in condizioni di strada chiusa al traffico veicolare.

  • ARTICOLO 10: CONTROLLI, CLASSIFICHE, PREMIAZIONI

    Controlli:

    I concorrenti dovranno transitare sui tappeti dei due posti di controllo del rilevamento cronometrico collocati lungo il percorso, pena la squalifica. Il rilevamento del passaggio sarà fatto elettronicamente. Passaggi anteriori al transito della vettura del giudice di gara “inizio corsa” comportano l’esclusione dalla classifica di tappa e pertanto dalla classifica generale del Giro.

    È tassativamente vietato, pena squalifica o estromissione dalla manifestazione, l’uso di biciclette munite di qualsivoglia genere di supporto od aiuto di tipo elettrico e/o elettronico.

     

    Classifiche:

    Giro delle Dolomiti – saranno premiati i primi 3 assoluti maschili e femminili e i primi 3 di ciascuna categoria (maschile A 18-30 anni, B 31-36 anni, C 37-42 anni, D 43-49 anni, E 50-57 anni, F 58-65 anni, G over 66 anni; femminile W1 18-39 anni, W2 40-54 anni, Lady over 55).

    Le prime 3 società nella classifica di merito e le prime 3 società nella classifica di rappresentanza.

    Crono Team – saranno premiati le prime 5 squadre assolute miste. La classifica generale non potrà essere modificata dalla Team Crono ma la mancata partecipazione alla stessa implicherà l’esclusione dalla classifica generale. Lo spirito della Team Crono è di passerella di fine manifestazione.

    Giro Sprint – saranno premiati il miglior tempo maschile e femminile assoluti a conclusione delle 4 frazioni Giro Sprint. I tempi conseguiti di tutti i partecipanti concorreranno per la classifica generale.

     

    Premiazioni: Le premiazioni per tutte le classifiche avranno luogo sabato 25 luglio 2019 a partire dalle ore 13:00 in Fiera.

    Ogni mattina prima della partenza della tappa, avrà luogo la consegna della maglia di Leader della classifica assoluta maschile e femminile e della maglia di Leader assoluto maschile e femminile residenti nelle provincie di Bolzano, Trento e Belluno.

  • ARTICOLO 11: RECLAMI e REGOLAMENTO ACSI

    Dovranno pervenire alla giuria nel rispetto di quanto previsto dal Regolamento tecnico SAN dell’ACSI. Per quanto non contemplato nel presente Regolamento, vigono il Regolamento tecnico e le norme di attuazione della SAN –ACSI.

  • ARTICOLO 12: ANTIDOPING

    Al termine di ogni tappa è facoltà degli organi competenti eseguire i controlli antidoping. Pertanto, prima di allontanarsi dalla zona di arrivo i concorrenti dovranno accertarsi di non essere stati prescelti per il suddetto controllo.

     

  • ARTICOLO 13: RESPONSABILITA' DELL’ORGANIZZATORE E MANLEVA

    L’ASD Giro delle Dolomiti declina ogni responsabilità per sé e per tutti i suoi collaboratori, per incidenti o danni a persone o cose, che dovessero verificarsi prima, durante e dopo la manifestazione o per effetto della stessa.

    Ciascun partecipante manleva da ogni responsabilità di natura civile, penale ed amministrativa l’Organizzazione e tutti coloro che collaborano, a vario titolo, con essa per ogni evento dannoso che dovesse accadere alla propria persona o che fosse causato a terzi dalla propria condotta. I partecipanti si impegnano, altresì, a non lasciare incustoditi la propria bicicletta ed i propri beni personali. Resta inteso che in caso di furto o danneggiamenti della propria bicicletta, dei propri beni personali e di eventuali altri mezzi di trasporto lasciati incustoditi, non può essere addebitata alcuna responsabilità né avanzata alcuna richiesta/pretesa nei confronti dell’ASD Giro delle Dolomiti. L’iscritto si impegna, altresì, a risarcire l’ASD Giro delle Dolomiti in caso di danni all’immagine ed alla reputazione della manifestazione, dell’ASD Giro delle Domiti, derivanti dal comportamento dell’iscritto medesimo non conforme alle regole del presente regolamento ed allo spirito della manifestazione.

  • ARTICOLO 14: ANNULLAMENTO DELLA MANIFESTAZIONE

    Se per cause di forza maggiore o di qualunque ulteriore evento non imputabile all’Organizzazione, la manifestazione o parte di essa non dovesse svolgersi, la quota di partecipazione non potrà essere rimborsata né imputata all’iscrizione di successive edizioni della manifestazione.

  • ARTICOLO 15: VARIAZIONI

    L’organizzazione si riserva in qualsiasi momento la facoltà di apportare a propria insindacabile discrezione variazioni al percorso ed al presente regolamento ed è www.girodolomiti.com l’organo ufficiale d’informazione.

  • ARTICOLO 16: DICHIARAZIONI– PRIVACY - TRASFERIMENTO DEI DIRITTI DI IMMAGINE

    Con l’invio del modulo d’iscrizione online, al fine di tutelare la salute di tutti i partecipanti e garantire sotto il profilo delle responsabilità l’Organizzazione della manifestazione, il concorrente dichiara, sotto la propria responsabilità:

    – di essere in possesso di un valido certificato medico di idoneità all’attività agonistica, nonché della Dichiarazione Etica che dovranno essere obbligatoriamente consegnati in sede di iscrizione on line (via mail a girodol@girodolomiti.com) oppure al momento del ritiro del pacco gara quale condizione necessaria e imprescindibile per la partecipazione alla manifestazione;

    – di essere in possesso di regolare tessera e/o polizza infortuni e responsabilità civile verso terzi;

    – di aver preso visione del presente regolamento, accettandolo incondizionatamente in ogni suo punto.

    ASD Giro delle Dolomiti tratterà, in qualità di Titolare del trattamento, i dati personali dei partecipanti all’evento nel rispetto del Regolamento UE 679/2016 e del D.lgs. 196/2003, modificato dal D.lgs. 101/2018. Maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali dei partecipanti sono riportate nell’apposita Informativa Privacy che troverà sul sito www.girodolomiti.com sezione “Press&Docs”.

    ASD Giro delle Dolomiti garantisce che il trattamento dei dati dei partecipanti sarà improntato ai principi di liceità, correttezza, trasparenza, limitazione delle finalità e della conservazione, minimizzazione dei dati, esattezza, integrità e riservatezza.

    Con l’invio del modulo d’iscrizione online il partecipante esprime altresì il proprio consenso affinché eventuali foto, video, audio- e/o videoregistrazioni, di qualunque tipo, prodotte in occasione del Giro delle Dolomiti possano essere liberamente memorizzate, riprodotte, pubblicate e commercializzate da parte dell’Organizzazione, senza diritto ad un qualsivoglia relativo compenso e/o indennizzo da parte del partecipante. In particolare, il partecipante autorizza espressamente l’Organizzazione, unitamente ai relativi media partner, ad utilizzare le immagini fisse o in movimento che eventualmente lo ritraggano durante la propria partecipazione alla gara, su tutti i supporti, compresi i materiali promozionali e/o pubblicitari. Il partecipante acconsente che tali dati rispettivamente materiali vengano messi a disposizione dei fotografi e/o foto-studi professionali appositamente incaricati dall’Organizzazione per la realizzazione di servizi fotografici sulla gara.

  • ARTICOLO 17: SQUALIFICHE E SANZIONI

    Con l’invio del modulo d’iscrizione online il concorrente, unitamente al rappresentante della sua squadra, autocertifica l’inesistenza di sanzioni sportive, civili e/o penali, anche se scontate, per fatti relativi al doping e dichiara di non aver assunto – e di non assumere – sostanze inserite nella lista antidoping della World Antidoping Agency (WADA) – https://www.wada-ama.org/en/media/news/2018-09/wada-publishes-2019-list-of-prohibited-substances-and-methodss

    (da gennaio 2020 https://www.wada-ama.org/sites/default/files/wada_2020_english_prohibited_list_0.pdf)

    La mendace autocertificazione sarà perseguita a norma di legge.

    In caso di positività ai controlli antidoping effettuati nel Giro delle Dolomiti, ovvero di positività accertata nei 6 (sei) mesi successivi il Giro delle Dolomiti, in altre manifestazioni sportive, il concorrente è tenuto a corrispondere al Comitato Organizzatore del Giro delle Dolomiti, a titolo di risarcimento del grave danno arrecato all’immagine dell’evento, la somma di € 50.000,00 (euro cinquantamila/00). Ove appartenente ad una associazione sportiva, quest’ultima sarà solidalmente obbligata al pagamento di tale sanzione.

    Le somme che verranno incamerate dal Comitato Organizzatore del Giro delle Dolomiti, a titolo di risarcimento del danno all’immagine, saranno interamente devolute all’attività sportiva giovanile.

    L’ASD Giro delle Dolomiti si riserva la facoltà di adottare provvedimenti nel caso in cui rilevi comportamenti antisportivi del partecipante tendenti a falsare l’ordine di arrivo del tratto cronometrato.

     

  • ARTICOLO 18: DISPOSIZIONI GENERALI

    La partecipazione con pettorale di un altro corridore, la cessione del pettorale ad altri o altro fatto grave che verrà rilevato dall’Organizzazione causerà o l’immediata estromissione dalla manifestazione oppure l’estromissione dalla classifica e la squalifica dalla manifestazione da uno a cinque anni. Nei casi più gravi la squalifica potrà essere a vita. I provvedimenti di cui sopra saranno adottati dall’Organizzazione.

    Il concorrente deve sempre portare addosso e sulla bicicletta il proprio pettorale. Ciascun membro della carovana avrà il diritto/dovere di segnalare all’Organizzazione e al giudice di gara i corridori senza pettorale addosso e sulla bicicletta, i partecipanti che con il proprio comportamento mettono a rischio se stessi ed i colleghi partecipanti e la buona immagine del Giro delle Dolomiti.

    Si fa appello al senso civico dei partecipanti al fine di non gettare rifiuti lungo le strade. I concorrenti che gettano oggetti di ogni genere al di fuori dei posti di ristoro saranno passibili di squalifica per l’edizione in corso e per quella successiva.

    Squalifiche comminate dalla ACSI nel corso dell’anno potranno portare all’estromissione dalla lista di partenza in qualsiasi momento a insindacabile giudizio dell’Organizzazione.

    Le biciclette con ausilio di motore elettrico non sono ammesse in carovana.

    Per un corretto e sicuro svolgimento della competizione, i dati dei veicoli che dovessero seguire i concorrenti e transitare nello spazio interdetto alla normale circolazione senza autorizzazione esplicita, ovvero nello spazio tra il veicolo di inizio gara e di fine gara, saranno rilevati ad opera degli ispettori dell’organizzazione e consegnati alla giuria e all’organo di Polizia competente, per gli eventuali provvedimenti sia sportivi che di infrazione al Codice della Strada.

     

  • ARTICOLO 19: INFORMAZIONI

    Per informazioni: ASD Giro delle Dolomiti – Viale Trieste, 17/D – 39100 Bolzano (BZ), telefono: +39 0471 1701188 –  mail: girodol@girodolomiti.com – sito:  www.girodolomiti.com

  • ARTICOLO 20: LEGGE E LINGUA APPLICABILE

    Il presente Regolamento è soggetto alla legge italiana e fa fede esclusivamente il testo in lingua italiana. Per tutto quanto non espressamente disciplinato si fa riferimento alla normativa vigente nell’ordinamento giuridico italiano in quanto applicabile.

Media Partner

  • IBAN IT83Z 0818711600 000004043435
  • BIC CCRTIT2TRIT
  • P.IVA 01649970215
  • Privacy
  • Impronta